SONDAGGI ESTERO

L’Osservatorio Turistico Regionale attraverso una collaborazione con GfK Italia S.r.l., ha promosso un sondaggio per analizzare gli atteggiamenti dei turisti stranieri provenienti dalla Svizzera, dal Benelux (Belgio e Olanda) e dalla Scandinavia (Danimarca, Norvegia e Svezia), verso la destinazione Piemonte come meta di vacanza.

Dalla ricerca emerge che la conoscenza del Piemonte da parte dei turisti svizzeri è molto buona: 87%; la destinazione è ampiamente conosciuta anche dai visitatori provenienti dal Benelux e dalla Scandinavia: rispettivamente, 65% e 63%.
La propensione alla vacanza per questo autunno è più alta per gli svizzeri (44%) rispetto ai turisti del Benelux (25%) e della Scandinavia (22%).

Nell’immaginario di questi turisti, il Piemonte è fondamentalmente paesaggi (59%) e gusto (48%), soprattutto per gli svizzeri (76%), e poi bellezza (40%). Anche storia (35%) che si declina nel sapore della tradizione (35%) e nell’architettura dei suoi borghi antichi (31%).

Dopo aver visto il video promozionale del Piemonte – gli intervistati – potenziali turisti hanno aumentato la propensione alla vacanza in Piemonte. Il video, infatti, ha determinato effetti non solo nel campo dell’immaginario, ma anche in quello più concreto del possibile viaggio; è molto alta, la percentuale di chi, post-presentazione, vorrebbe visitarlo o tornare a farlo: Svizzera e Benelux, 90%, e Scandinavia, 88%.

La visione della propria vacanza in Piemonte appare decisamente orientata al Relax, che può essere visto come il contenitore ideale di tutta una serie di declinazioni che comprendono principalmente la dimensione outdoor, prima ancora dell’aspetto culturale e del gourmand. Molteplici sono le aspettative che i turisti hanno della nostra regione: il 51% degli intervistati pensa di trovare un’atmosfera conviviale, il 46% si aspetta di poter gustare vini e ottimo cibo, mentre il 42% immagina di poter godere dei numerosi paesaggi del territorio.

Il Piemonte è una meta prettamente estiva per i turisti della Scandinavia (60%) e del Benelux (52%). Più apertura verso una stagionalità diffusa per gli svizzeri che considerano anche l’autunno (44%) e la primavera (49%).
Inoltre, appare come una destinazione per coppie e, in seconda battuta per famiglie e/o amici.
La durata della vacanza è prevalentemente di una settimana: gli svizzeri sono più propensi a soggiorni più brevi, a fronte della maggiore vicinanza geografica, così come gli scandinavi; più lungo il soggiorno dei turisti provenienti dal Benelux.
Gli scandinavi sono intenzionati a spendere di più: 940€ a persona; seguono gli svizzeri, 890€, e i visitatori del Benelux, 800€.

Le destinazioni preferite sono: Torino, Laghi Maggiore, d’Orta e Mergozzo, la Val Grande e il suo Parco Nazionale, le Valli Occitane, le montagne e le Valli del Cuneese.
I maggiori competitor, invece: Lombardia, Veneto e Toscana; seguono, Lazio, Campania, Sardegna, Sicilia e Liguria.

L’Holiday Working non sembra molto congeniale ai turisti del Benelux (37%), lievemente più propensi gli altri: 42% per Svizzera e Scandinavia. Tuttavia, la destinazione Piemonte sembra papabile per questa tipologia di vacanza: Benelux, 67%, Svizzera, 59%, e Scandinavia, 49%.
La connessione wi-fi è un elemento imprescindibile; in particolare, gli scandinavi sono piuttosto sensibili all’ergonomia, mentre per gli svizzeri più attenti alla spesa, la possibilità di poter usufruire di sconti sul soggiorno. I turisti del Benelux preferiscono affitti lunghi.
La durata ideale di una vacanza di questo tipo è di due settimane per tutte le provenienze.

Il Piemonte desta meno preoccupazione rispetto all’Italia per quanto riguarda il binomio pandemia-vacanza, in particolare: Scandinavia, 45%, Benelux, 40%, e Svizzera, 29%.
La buona gestione della situazione pandemica emerge come l’imperativo imprescindibile per la scelta di una destinazione turistica: Scandinavia, 81%, Benelux, 79%, e Svizzera, 72%. Per questi ultimi risulta importante anche il diritto di rimborso (71%), mentre per gli scandinavi, il livello di adeguamento alle normative anti Covid-19 (80%), e per i turisti del Benelux, la sicurezza sanitaria (77%).

Per approfondimenti scarica qui il report completo

Menu