QUALI SCENARI PER LE VACANZE ESTIVE 2020 IN PIEMONTE: AVVIATO IL SONDAGGIO SPECIFICO SUL MERCATO ITALIANO

In Piemonte, a pochi giorni dalla riapertura delle strutture ricettive, tutti gli operatori sono tornati al lavoro, pronti ad accogliere i turisti in vista della stagione estiva. A breve si prevede anche la ripresa della mobilità tra le regioni, che, secondo le ultime notizie, sarà seguita dalla riapertura dei confini nazionali, permettendo l’accesso senza obbligo di quarantena ai visitatori provenienti dai Paesi europei e sostenere così l’incoming turistico verso il Belpaese.

Sull’esperienza di precedenti e altrettanto gravi crisi internazionali, l’Organizzazione Mondiale del Turismo sostiene la ripresa del settore turistico sottolineandone la forte carica resiliente. Seppure a fronte delle ingenti perdite che dovranno essere messe in conto per il 2020, il settore può e deve ripartire, e lo può fare attraverso un coordinamento internazionale in grado di definire ed introdurre, ad esempio, linee guida per la tutela e la sicurezza sanitaria dei turisti, rafforzandone la fiducia e incrementando la ripresa dei viaggi.

In attesa di capire quali misure verranno adottate per l’incoming turistico dall’estero, ora si tratta di promuovere il Piemonte come destinazione estiva 2020 di forte appeal per il turista italiano. Il mercato interno, infatti, rappresenta la quota maggiore in termini di movimento turistico nella nostra regione e si configura come il bacino più promettente in uno scenario – come l’attuale – in rapida evoluzione. Per questo, l’Osservatorio Turistico di VisitPiemonte DMO (nell’ambito delle attività del Tavolo di Coordinamento #RipartiTurismo aperto dall’Assessorato al Turismo, Cultura e Commercio) ha avviato un sondaggio specifico per valutare la propensione degli italiani a scegliere il Piemonte nell’estate 2020, e definire i profili turistici e i prodotti-esperienze di maggior attrazione, tenuto conto dei vincoli di scelta e della possibilità di spesa.

I risultati, che saranno disponibili a breve, contribuiranno a delineare il piano di promozione turistica regionale per l’estate 2020.

POST CORRELATI

Menu