Per diventare “Campioni di Ospitalità”

130 operatori hanno partecipato alla prima sessione della formazione nell’ambito del progetto “Piemonte Outdoor Commission”.

“Campioni di Ospitalità” è nato su iniziativa di VisitPiemonte, Unioncamere Piemonte e l’intero sistema camerale con l’obiettivo di stimolare l’avvio di micro attività imprenditoriali nel settore del turismo outdoor, favorendo la cooperazione tra operatori secondo i princìpi del partecipatory design: un approccio in cui le parti interessate progettano e realizzano in vista di obiettivi comuni. Il percorso ha visto il coinvolgimento delle province di Alessandria/Asti, Biella, Novara, Vercelli e Verbano-Cusio-Ossola, mentre Cuneo e Torino avevano già beneficiato di tale formazione nell’ambito del progetto europeo PITEM. Il percorso si è svolto tra settembre e dicembre con un evento in plenaria ad Alessandria, due sessioni di workshop territoriali presso le sedi camerali di ciascun territorio coinvolto e due incontri online con gli esperti, Laura Rolle, Head of research Blueeggs e Franco Borgogno dell’European Research Institute. L’iniziativa è stata coordinata da VisitPiemonte insieme con Diego Calzà, CEO di eTour, che ha seguito l’intero percorso, dall’evento in plenaria agli incontri online. Monica Gilli dell’Università degli Studi di Torino è stata la coach durante tutti i workshop territoriali. A “Campioni di Ospitalità” hanno partecipato più di 130 operatori turistici ed economici, tra cui strutture ricettive/ristorative, guide turistiche alpine e ciclo-escursionistiche, accompagnatori, rappresentanti di ATL e Camere di Commercio, tour operator, consorzi, servizi. Gli incontri riprenderanno nella primavera 2022 con la seconda sessione.

POST CORRELATI

Menu