IL NOSTRO CONVEGNO ONLINE SULL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE: 24 RELATORI E 330 PERSONE COLLEGATE

24 relatori – esponenti di livello nei rispettivi ambiti di attività, dalle Università alla Compagnia di San Paolo – di cui 17 collegati in videoconferenza; tre Assessori Regionali e uno della Città di Torino che hanno condiviso il loro punto di vista e la loro esperienza; circa 330 persone collegate sulla piattaforma durante tutto il convegno, con in media 102 minuti di collegamento consecutivi. Sono i numeri del convegno “Intelligenza Artificiale, Blockchain, Big Data: quali prospettive per la valorizzazione del territorio?”, su cui VisitPiemonte lo scorso 26 febbraio ha coinvolto i soci Regione Piemonte e Unioncamere Piemonte e i maggiori attori attualmente impegnati su queste tematiche.

L’evento, voluto per favorire una consapevolezza più ampia sulle opportunità dell’Intelligenza Artificiale, ha approfondito il ruolo di quest’ultima nella valorizzazione del territorio e delle comunità locali: specialmente alla luce della scelta di Torino quale sede del nuovo I3A-Istituto per l’Intelligenza artificiale. Punto nodale, la riflessione su quali contributi concreti le nuove tecnologie possano apportare allo sviluppo del Piemonte: non più solo negli ambiti dove già è ampiamente applicata, come salute, scienza, sicurezza, spazio, istruzione, sistemi finanziari, ma anche nel turismo, l’arte e la cultura, l’enogastronomia, i trasporti, l’urbanistica e la fruizione sostenibile dell’ambiente. Una sfida ancora da cogliere e per la quale è stata lanciata a fine evento la call for ideas ai vari attori territoriali – pubblici, privati, non-profit – per avviare progettualità concrete efficaci e innovative.

Moderato dal giornalista Luca De Biase, Chief Editor di Nòva-Il Sole 24 Ore, il dibattito è stato seguito da un pubblico che per più della metà degli iscritti proveniva da imprese del settore privato; il 22% operante nel settore dell’istruzione, università o ricerca e il 28% in organizzazioni non-profit o enti pubblici. In termini di aree geografiche, il pubblico si è collegato in maggioranza dal Piemonte, seguito anche da Lombardia, Liguria, Trentino, Puglia.

La registrazione dell’evento è disponibile al seguente link

Le presentazioni dei relatori sono consultabili alla pagina Atti del Convegno

POST CORRELATI

Menu