BIELLA CANDITATA NEL NETWORK UNESCO CREATIVE CITIES

Biella si candida per entrare nel Network UNESCO Creative Cities, nella categoria “Crafts & Folk Arts”, riservata alle eccellenze mondiali nel settore dell’artigianato e dell’arte popolare. È un passo che testimonia la vitalità dell’intero territorio e ne riflette l’identità e vocazione storica di polo industriale e culturale. L’amore del Biellese per l’arte della tessitura ha origini remote, infatti, ma è negli ultimi due secoli che il passaggio dalle antiche tecniche di lavorazione alla moderna manifattura tessile e poi industriale ha trasformato quest’area del Piemonte nella “Manchester italiana” (come la definì Camillo Benso Conte di Cavour), ed oggi ne fa la rappresentante del tessile Made in Italy a livello internazionale, grazie ad un importante patrimonio immateriale e a marchi di alto prestigio.

Fondata su una vitalissima tradizione del “saper fare” arricchita dall’alta tecnologia contemporanea, la candidatura è il focus di un progetto articolato che punta a valorizzare e promuovere in chiave turistica l’intero Biellese, sia sotto l’aspetto industriale che nel suo patrimonio artistico, rappresentato da importanti poli creativi come la Cittadellarte – Fondazione Pistoletto e il M.A.C.I.S.T. – Museo d’Arte Contemporanea Internazionale Senza Tendenze, e nelle aree naturalistiche quali l’Oasi Zegna, il Parco della Burcina e la Conca di Oropa.

POST CORRELATI

Menu