Alla scoperta delle Valli D’Ossola
e del Vallese a bordo del trenino verde delle Alpi

Si avvia alla conclusione il viaggio formativo dedicato agli operatori del trasporto e del turismo di Domodossola e delle sue Valli e delle vicine zone del Vallese e dell’Oberland Bernese, nell’ambito del progetto TVA – Il Trenino Verde delle Alpi motore della mobilità Ecologica tra l’Ossola e il Vallese: il 30 agosto e il 6 settembre gli ultimi due incontri per gli operatori svizzeri in Piemonte.

A favore di un turismo slow ed ecosostenibile tra Italia e Svizzera, il progetto rientra nel Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera 2014-2020 e vede partner Regione Piemonte, Città di Brig-Glis, Città di Domodossola, Provincia del Verbano Cusio Ossola, VisitPiemonte DMO e Agenzia della Mobilità Piemontese. L’obiettivo è favorire lo sviluppo di rapporti di collaborazione basati sulla comune consapevolezza della complementarietà turistica dei territori, nonché di migliorare la mobilità transfrontaliera sulla linea ferroviaria del Sempione mediante soluzioni di mobilità pubblica ecosostenibili, integrate ed efficienti. Il turismo slow ed ecosostenibile è infatti da considerare un valore aggiunto fondamentale, capace di attrarre un maggior numero di passeggeri, sia in termini di lavoratori frontalieri che di visitatori, con un conseguente vantaggio economico per il nostro territorio.

Durante le giornate formative gli operatori hanno avuto modo di scoprire l’offerta turistica e di servizi dei reciproci territori con visite guidate e spostamenti con trasporti pubblici, in ottica di modal split.

In totale sono state 3 le visite didattiche tra le Valli dell’Ossola e il lago Maggiore e 3 quelle in territorio svizzero.

Le tappe del gruppo di operatori svizzeri in Piemonte sono state il 14 giugno, con un itinerario da Domodossola a Stresa, passando dall’atmosfera romantica ed elegante sulle sponde del Lago Maggiore alle antiche vie della spiritualità, fino al Sacro Monte Calvario, Patrimonio UNESCO. Seconda tappa il 30 agosto a bordo della “Vigezzina-Centovalli” sul percorso che collega Domodossola a Santa Maria Maggiore, il borgo degli orafi e dei pittori nel cuore della Valle Vigezzo, rinomata a livello internazionale per lo straordinario raduno annuale di spazzacamini provenienti da ogni parte del mondo. Il 6 settembre da Domodossola e il Sacro Monte Calvario a Vogogna, annoverato tra i “Borghi più belli d’Italia”, con l’imponente Palazzo Pretorio, il Castello Visconteo e la sede del Parco Nazionale della Val Grande.

Il gruppo di operatori di Domodossola e delle sue Valli, invece, è arrivato la prima volta in territorio svizzero il 21 maggio scorso, con un itinerario da Domodossola alla cittadina alpina di Briga e poi dal gruppo innevato del Mischabel nell’area Patrimonio UNESCO dell’“Aletsch-Jungfrau”, fino al centro alpino di Kandersteg; e l’11 giugno da Domodossola a Briga e quindi Goppenstein e la “magica Valle del Lötschental” fino alla rinomata stazione sciistica di Lauschernalp. L’ultima tappa si terrà il 10 settembre da Domodossola a Briga proseguendo fino a Thun per una navigazione sul lago fino a Spiez.

POST CORRELATI

Menu